Storia

Il progetto Whipart.it - Portale di Arte e cultura nasce nell' 2003 per volontà di un gruppo di persone animate dalla volontà di tentare un salto qualitativo (miglioramento della qualità dei contenuti, maggiore visibilità, realizzazione di eventi culturali) e quantitativo (aumento del numero dei redattori e delle figure professionali necessarie), rispetto all'idea originaria sviluppata già dal 2001 per iniziativa di Guido Roberto Saponaro (http://it.geocities.com/artenow/indexfast.html ) e che rappresentava un primo passo nell'editoria online.

Nel 2004 Whipart si è data uno statuto ed è divenuta una Associazione non riconosciuta, mentre il Portale attraverso l'incremento dei propri collaboratori, la realizzazione e promozione di eventi e mostre dedicata all'arte e alla cultura (nelle sedi di Bari, Milano, Reggio Calabria e poi di Roma e Napoli), si avviava ad un allargamento costate del proprio bacino di utenza, alla creazione di una vera e propria community di lettori.

La creazione di una task force, cioè di un gruppo di persone cooptate dalla rete dei collaboratori nazionali, permetteva di dotare il progetto di un centro di coordinamento e pianificazione delle varie attività in cui veniva ad articolarsi l'azione dell'Associazione.

Alla fine del 2006 è stato dato il via alla realizzazione, collaudo e messa online di un nuovo sito - quello attuale - che potesse meglio rispondere alle aspettative e alle necessità di utenti e redattori. Arricchito nella grafica e dal punto di vista funzionalità, il nuovo Portale offre un canale per ognuna delle tematiche di primario interesse (Cinema, Letteratura, Arte, Moda & Lifestyle e altro).

Inoltre il nuovo sito è stato completamente adeguato agli standard del W3C per l'accessibilità, che rappresenta soprattutto uno strumento indispensabile per facilitare "l'accesso all'informazione contenuta nel sito anche a persone con disabilità fisiche di diverso tipo e a chi dispone di strumenti hardware e software limitati" (vedi in http://www.w3c.it/, Ufficio italiano).

Nello stesso periodo Whipart raggiungeva un accordo con Herity organizzazione governativa per la certificazione dei beni culturali per la promozione della loro attività - in particolare un convegno nazionale a Roma - svolgendo attività di Media Partner.

Nel frattempo veniva realizzato un modello di "sito replicabile" che è stato poi sperimentato per la realizzazione di Arterotica.eu (www.artereotica.eu) e dell'ultimo nato Teatrimilano.it (www.teatrimilano.it). Ambedue i siti rappresentano un ampliamento dei preesistenti canali tematici (arte erotica e teatro) secondo l'ottica di un miglioramento dell'offerta di contenuti agli utenti web.

A coronamento degli sforzi compiuti nel 2006 Whipart è stato insignito del Primo premio al eContent Award Italy.

A luglio del 2007 Whipart ha affrontato un importante cambiamento del suo assetto istituzionale divenendo Associazione Onlus, passaggio che avvia un nuovo stimolante capitolo di questa storia.

Whipart inizia a virare da attività a esclusiva finalità di promozione dell'arte a un percorso più "umano" fatto di attività solidali e una continua e concreta ricerca di percorsi di integrazione per persone svantaggiate. Non si ha l'ambizione di sostituirsi alle grandi associazioni competenti in materia ma più semplicemente di fare qualcosa di più piccolo e dove possibile sostenere tali associazioni.

In questa direzione, Whipart porta a compimento nel 2010 due importanti progetti: Integrarte e Carie. Con il primo si realizza un laboratorio di arte con ragazzi con disabilità psico-fisiche finalizzato all'esplorazione della propria identità, quella dell'altro fino al raggiungimento del "noi".

Carie, invece è una raccolta di racconti che tratta quelle forme di dipendenza "legalizzata" dalle quali oggi gran parte della popolazione è vittima, spesso inconsapevole. Tale raccolta viene stampato grazie alla collaborazione con Perrone Editore e viene distribuito da Whipart attraverso delle presentazioni-evento a Milano e Bologna.