Cerca in WhipArt:
NEWS:
:. WhipArt è... :. Uno di noi :. Contattaci :. Pubblicità :. Eventi Whip :. Biblioteca :. Community
Doctor Art
ScArti
Servizio Denuncia
Segnalaci un sito
By the way...
Nicola Amato - 21.01.2005
Arte - Restauro - E' nato ProFiler, il robot salva affreschi

E' tutto italiano il mini-robot capace di analizzare lo stato di salute di affreschi, libri antichi, papiri e pergamene, legno e tessuti, senza danneggiarli nel prelevare campioni. Il suo nome e' ProFiler ed è stato presentato in questi giorni al Consiglio Nazionale delle Ricerche. ProFiler è stato messo a punto da una partnership composta da ricercatori del CNR, dell'Università "La Sapienza" di Roma e dalla società Bruker, leader mondiale nel campo della produzione di spettrometri a risonanza magnetica. In pratica è lo strumento ideale per salvare in tempo migliaia di affreschi e libri antichi...

Presentato nel corso del convegno su "La cooperazione scientifica e tecnologica con i paesi del Mediterraneo e del Medio Oriente", il piccolo gioiello hi-tech è stato già messo alla prova. Proprio di recente, infatti, ha dovuto valutare lo stato di conservazione degli affreschi della casa del Vasari; nello specifico gli esperti lo hanno testato sull'affresco del Cripto Portico del Colle Oppio, sulle Mura Aureliane e su diversi libri e carte antiche con differente stato di degrado.

"Il patrimonio cartaceo e pittorico - ha detto Anna Laura Segre, dirigente di ricerca dell'Istituto di metodologie chimiche del CNR di Roma - potrà contare su una nuova tecnica diagnostica". Gli addetti ai lavori potranno servirsi di questo dispositivo, economicamente accessibile, senza metter in pericolo l'opera da analizzare. Il modo d'intervento del ProFiler, infatti, è completamente innocuo, non ionizzante, non invasivo e non distruttivo.
Ma come funziona questo strumento?
ProFiler si basa sulla tecnica della Risonanza Magnetica Nucleare ma, a differenza delle apparecchiature di questo tipo per la diagnosi clinica, è piccolo e facile da trasportare, con i suoi circa 16 chilogrammi di peso. E' dotato di un sensore che, posto vicino alla parete di un affresco, sopra un comune cavalletto per la fotografia, ne misura il grado di umidità, spingendosi fino a 7 millimetri di profondità. Inoltre evidenzia il distacco ed eventualmente la porosità, valutando gli effetti successivi dei trattamenti di restauro. Sulla carta, e in generale nei materiali cellulosici, il ProFiler misura il contenuto d'acqua e i valori chimico-fisici da cui si può dedurre il livello di degrado.

Questo gioiello tecnologico rappresenta sicuramente un grosso passo avanti verso lo sviluppo di tecniche di restauro e conservazione dei beni culturali.




Galleria Virtuale
Sezione Erotica
Servizi dall'Estero
Concorsi ed Opportunità
Iscriviti alla
Newsletter Whipart!
Inserisci il tuo
indirizzo e-mail:


DAI LA TUA OPINIONE
su questo sito!